Alimenti che possono irritare la dispepsia e il reflusso acido

A volte ciò che si mangia appena non è d’accordo con te, portando a scomoda pienezza, gonfiore o una sensazione di bruciore dietro il petto. Il sovraccarico dello stomaco, mangiare rapidamente o sentirsi ansioso provoca spesso questi sintomi. Indigestione è il termine comune per questi sintomi, ma sono distinti come dispepsia – dolore o disagio ricorrente nell’addome superiore – e bruciore di stomaco o reflusso acido. Il bruciore di stomaco si verifica quando i contenuti acidi dello stomaco scorrono verso l’alto nell’esofago. Molti alimenti sono stati implicati come causa di dispepsia e bruciori di stomaco, compresi gli alimenti grassi, piccanti e acidi, il cioccolato e le bevande come il caffè, l’alcool e le bevande gassate. Tuttavia, i trigger alimentari per la dispepsia e il bruciore di stomaco sono in gran parte una questione di tolleranze alimentari personali.

Alcuni alimenti causano indigestione?

È una convinzione comune che alcuni alimenti provocano bruciori di stomaco e dispepsia. Tuttavia, un riesame di ricerca che è apparso nell’edizione di maggio 2006 dell’Archives of Internal Medicine ha rilevato che gli studi su questo tema sono stati scarsissimi e i risultati sono in conflitto. Le linee guida per la dispepsia del 2005 per il College americano di Gastroenterologia e le linee guida del 2013 per la malattia di reflusso acido non raccomandano modifiche dietetiche specifiche per entrambe le condizioni perché non esistono prove sufficienti che determinano alcuni alimenti – o che la riduzione dei sintomi riduce i sintomi. , Tuttavia, che le persone variano nella loro tolleranza di alcuni alimenti. Quello che una persona può tollerare perfettamente potrebbe causare sintomi in un altro. Pertanto, le linee guida raccomandano di evitare cibi specifici basati sulla tolleranza personale.

Alimenti grassi e piccanti

Alimenti ad alto contenuto di grassi sono da tempo creduti per causare indigestione perché rimangono nello stomaco più a lungo di altri alimenti prima di passare nell’intestino. Questo potrebbe portare a sintomi di dispepsia, come la pienezza e il gonfiore. Gli effetti degli alimenti ad alto contenuto di grassi sui bruciori di stomaco sono meno chiari. Alimenti piccanti, come le cipolle, i peperoni e l’aglio, sono anche spesso incolpati per indigestione e bruciori di stomaco. Come riassunto in una revisione di marzo del 2011, nella rivista “Progressi terapeutici nella malattia cronica”, alcuni studi hanno trovato un’associazione con alimenti piccanti – in particolare cipolle e curry – mentre altri studi non lo hanno fatto. Queste incongruenze possono essere dovute alle differenze di progettazione dello studio o ai tipi di alimenti piccanti esaminati.

Bevande

Alcune persone ritengono che alcuni tipi di bevande innescano attacchi di bruciore di stomaco o dispepsia. Le bolle in bevande gassate possono causare gassosità, gonfiore e aumento della pressione nello stomaco. Ciò porta spesso a dolori, che possono consentire ai contenuti dello stomaco acido di scappare nell’esofago e innescare il bruciore di stomaco. L’alcol potrebbe rilassare la fascia muscolare alla base dell’esofago che normalmente impedisce il reflusso acido. L’alcool può anche ritardare lo svuotamento dello stomaco, portando alla pienezza e ad una maggiore pressione. Quindi, alcune persone ritengono che l’alcol innesca dispepsia e bruciore di stomaco. La caffeina è anche pensata per rilassare il muscolo dello sfintere nell’esofago inferiore, e alcune persone trovano che bevande caffeina innescano bruciori di stomaco.

Alimenti Acidi

Alimenti acidi sono spesso citati come precipitanti bruciori di stomaco e meno comunemente dispepsia. Ad esempio, alcune persone ritengono che cibi acidi come succo d’arancia, salsa di pomodoro o soda danno bruciore di stomaco. Tuttavia, secondo l’American College of Gastroenterology, non c’è stata alcuna prova clinica solida che l’eliminazione di agrumi o altri alimenti acidi dalla dieta in realtà allevia il reflusso acido. Tuttavia, è possibile che la natura acida di alcuni alimenti possa irritare una fodera esofagea già irritata dal reflusso acido cronico. Ancora una volta, gli individui variano in tolleranza di cibi diversi, quindi se trovate che i cibi acidi provocano bruciori di stomaco o dispepsia, evitandoli potrebbero rivelarsi utili.

Cioccolato

Il cioccolato è un alimento di trigger per il reflusso acido o la dispepsia in alcune persone. Come discusso nell’articolo di revisione del maggio 2006 “Archives of Internal Medicine”, sono stati limitati dati di ricerca che suggeriscono che il cioccolato potrebbe rilassare il muscolo dello sfintere esofageo inferiore, ma non è stato dimostrato che l’eliminazione del cioccolato dalla dieta migliora il reflusso acido. Tuttavia, il cioccolato è abbastanza alti nel grasso e contiene anche la caffeina – due trigger potenziali per alcune persone. Queste caratteristiche potrebbero rendere il cioccolato un cibo da evitare per alcune persone che sono inclini a bruciore di stomaco o dispepsia.

L’atteggiamento dell’American College of Gastroenterology è che gli alimenti specifici non devono essere universalmente limitati, ma sostengono un approccio individuale. Potresti trarre vantaggio dal mantenimento di una rivista di alimenti per determinare quali alimenti sembrano innescare i sintomi. Inoltre, l’American College of Gastroenterology suggerisce alcuni cambiamenti nelle abitudini alimentari che potrebbero aiutare a evitare il reflusso acido e la dispepsia, come evitare i grandi pasti grassi, mangiare pasti più piccoli, mangiare lentamente e evitare di mangiare troppo vicino al sonno. Il college consiglia inoltre di mantenere un peso sano e di sollevare la testa del letto se si verificano frequenti reflussi notturni. Molti farmaci over-the-counter possono alleviare i sintomi di reflusso acido e dispepsia a breve termine. Tuttavia, se la dispepsia e il reflusso acido sono frequenti o lunghi, consultare il proprio medico per la diagnosi e il trattamento.

Prossimi passi

I sintomi di bruciore di stomaco e dispepsia a volte indicano un grave problema medico sottostante. Richiedere l’assistenza medica se si verifica una delle seguenti malattie: – vomito frequente o persistente, in particolare se contiene sangue o materiale simile a quella del caffè – sanguinose o sgabelli neri – perdita di peso involontaria – dolorosa o Difficile deglutizione – dolore addominale grave o persistente – sintomi di attacco cardiaco a volte imitano indigestioni o bruciori di stomaco, quindi cercate immediata attenzione se si riscontra mancanza di respiro, sudorazione fredda, vertigini o dolore toracico che potrebbe emanarsi nel collo o nel braccio. ; Consulente medico: Jonathan E. Aviv, MD, FACS

Avvertenze e precauzioni