Benefici per la salute del tè nero con latte

Sorseggiando il tè nero con un po ‘di latte o latte di soia è il modo in cui milioni di persone iniziano la loro giornata. Ognuno di questi ingredienti è pieno di potenti benefici per la salute. L’idea che il latte o il latte di soia possono ridurre i potenziali benefici nel tè nero, tuttavia, continua ad essere oggetto di dibattito. Avere una chiara comprensione di come questi alimenti influenzano l’un l’altro può aiutare a scegliere più sane.

Benefici di salute del tè nero

I polifenoli, che sono composti naturalmente presenti nel tè nero, sono in gran parte responsabili dei suoi benefici per la salute. Questi composti chimici agiscono come antiossidanti, che aiutano a proteggere il vostro corpo dai radicali liberi – composti instabili che causano danni alle cellule. Un articolo pubblicato in “Medicina ossidativa e durata cellulare” nel novembre 2009 ha rilevato che il consumo a lungo termine di diete ricche di polifenoli vegetali, come il tè nero, può contribuire a proteggere lo sviluppo di tumori, malattie cardiovascolari, diabete, osteoporosi e malattie neurodegenerative.

Benefici di salute del latte

Secondo la Harvard School of Public Health di tutti gli alimenti che contengono calcio, i prodotti lattiero-caseari – compreso il latte – hanno le concentrazioni più alte per servire di calcio altamente assorbibile. Se fortificato con vitamina D, il latte viene assorbito ancora più efficacemente. Il calcio, un minerale fondamentale per la salute del tuo corpo, svolge funzioni come costruzione e mantenimento di ossa e denti, trasmissione di impulsi nervosi, regolazione del ritmo del tuo cuore e coagulazione del sangue. Un serving di 3 grammi di latte a bassa percentuale di grassi contiene il 114 mg di calcio, che fornisce l’11 per cento del valore giornaliero fissato dalla Food and Drug Administration americana basato su una dieta di 2.000 calorie.

Benefici di salute del latte di soia

Il latte di soia è un’altra aggiunta al tè nero per coloro che non consumano prodotti lattiero-caseari o coloro che sono intolleranti al lattosio, il che significa che mancano l’enzima noto come la lattasi, che abbattere lo zucchero negli alimenti lattiero-caseari. Mentre il latte “regolare” deriva principalmente da mucche, il latte di soia è un derivato vegetale. Aiuta a ridurre il rischio di malattie cardiache perché contiene isoflavoni, che sono sostanze chimiche vegetali che riducono il “cattivo” colesterolo, noto come lipoproteina a bassa densità.

Altre considerazioni

Il latte regolare o di soia aggiunto al tè nero può inibire l’attività insulinica del corpo. Un articolo pubblicato sul “Journal of Agricultural and Food Chemistry” nel novembre 2002 ha rilevato che, mentre il tè nero è dimostrato per aumentare l’attività insulinica, l’aggiunta di latte a bassa percentuale di grassi o di soia diminuisce l’attività che aumenta l’insulina. Aggiungendo il limone fresco al tè nero, tuttavia, non ha avuto alcun effetto sulla attività che aumenta l’insulina e può dare a tè una spinta antiossidante. Nel frattempo, uno studio pubblicato sulla “Ricerca Radicale Libera” nel 2001 condotto per determinare la capacità del latte di bloccare l’assorbimento di alcuni flavonoidi di tè – che sono polifenoli – ha rivelato che la biodisponibilità di questi flavonoidi non è influenzata dall’aggiunta di latte.