Come diagnosticare i pcos mentre sulla pillola di controllo delle nascite

La sindrome ovarica policistica, o PCOS, è un disturbo endocrino complesso che colpisce fino a uno su cinque donne di età riproduttiva. La sindrome si manifesta tipicamente con vari sintomi, incluse le irregolarità mestruali, la resistenza all’insulina con il peso-guadagno. Vi è anche un’eccessiva produzione di androgeni o ormoni masculinizzanti, con conseguente acne, eccessiva crescita dei capelli sul viso o nel corpo, acanthosis nigricans o patch di pelle vellutata scura delle pieghe e delle articolazioni del corpo e dei tagli di pelle. Secondo l’Androgen Excess Society, i criteri diagnostici più recenti per il PCOS includono mestruazioni assenti o irregolari, la presenza di ovaie policistiche visualizzate per ultrasuono e un aumento degli androgeni rilevati sia clinicamente che mediante test di sangue.

Diagnosi PCOS sul controllo delle nascite

La valutazione dei segni clinici fornisce visivamente informazioni vitali che indicano PCOS. Tali segni includono il grasso viscerale o addominale, l’irsutismo, l’acne, l’acanthosis nigricans, i tag della pelle e la perdita dei capelli del modello maschile o diradamento. Anche se alcuni sintomi sono mascherati o soppressi da contraccettivi orali, i pazienti possono presentare sintomi anche durante l’uso del contraccettivo. Ponderate e misura la circonferenza della vita. Essere in sovrappeso e avere una dimensione di vita superiore ai 32 pollici sono segni di avvertimento. Guarda da vicino il tuo viso e il tuo corpo in uno specchio. Cercare la crescita dei peli superflui sul viso e sul corpo, dando dei capelli lungo la fronte, tagli di pelle e macchie scure della pelle nelle pieghe del corpo. Uno di questi sintomi garantisce una visita al medico e, preferibilmente, un endocrinologo.

L’uso di contraccettivi ormonali, pur efficaci nella riduzione dell’eccesso di androgeni, non può aiutare nella perdita di peso o in un miglioramento della sensibilità all’insulina. La maggior parte delle donne con PCOS sviluppa resistenza all’insulina e conseguente guadagno di peso. Tali casi possono essere effettivamente diagnosticati con una prova di tolleranza al glucosio orale, che mostra come rapidamente il corpo elimina il glucosio dopo una bevanda zuccherata, rileva un articolo della rivista “Cliniche mediche dell’America del Nord”.

Anche se la pillola altera i biomarcatori ormonali, un’ecografia potrebbe rivelare anomalie dello spessore della fodera endometrica, delle dimensioni e dell’aspetto delle ovaie, della morfologia dei follicoli ovarici e può anche confermare la presenza di cisti. Questo è di solito il test conclusivo della condizione, secondo la “Giornale di pediatria e ginecologia adolescenziale”.

I test di sangue per il deidroepiandrosterone solfato, o DHEAS, 17-OH-progesterone e siero e il testosterone libero sono indicatori utili di PCOS oltre ad altre misure diagnostiche PCOS. Chiedere al medico di questi test se non siete sicuri.