Effetti nocivi del sale da tavola sulle donne in gravidanza

Il sale da tavola contiene circa 2.000 milligrammi di sodio per cucchiaino da tè. Troppo o troppo piccolo assunzione di sale durante la gravidanza può influenzare negativamente i livelli di sodio. Come con altre sostanze nutritive, le donne in gravidanza necessitano di più sodio rispetto alle donne non in gravidanza. Mentre l’eccesso di indulgere nel sale da tavola può essere dannoso, è necessario essere sicuri di soddisfare le esigenze del corpo. Parlare con il medico riguardo alla quantità di sodio che è giusto per la vostra situazione particolare.

Ritenzione e gonfiore del fluido

Il gonfiore, noto anche come edema, nei piedi, nelle caviglie, nelle gambe e nelle mani è una parte normale della gravidanza. Si verifica perché il tuo corpo sta aumentando la sua produzione di liquidi, che è essenziale, soprattutto durante le settimane successive della gravidanza. Mangiare troppo sale può esacerbare il tuo gonfiore. Non limitare gli spuntini salati, ma cercare di restare entro i limiti consigliati, che può significare non aggiungere sale extra da tavola al piatto.

Sviluppo renale compromesso

Uno studio pubblicato sul “American Journal of Physiology – Physiology Renale” nel 2011 ha scoperto che avere troppo o troppo poco sale durante la gravidanza possono entrambi influenzare lo sviluppo del rene. Nello studio, i ratti in stato di gravidanza sono stati nutriti dieta a basso, medio o alto sale. Lo sviluppo e la funzione del rene e la pressione sanguigna sono stati valutati in ciascuno dei ratti. Quelle le cui madri avevano un’assunzione a basso e alto contenuto di sodio avevano reni meno sviluppati e pressioni sanguigne più elevate.

Perdita di calcio e pre-eclampsia

L’elevata assunzione di sodio aumenta la quantità di calcio che il corpo esclude. Secondo l’Istituto Linus Pauling, per ogni 2,3 grammi di sodio i tuoi reni filtrano, 24-40 milligrammi di calcio vengono prelevati nell’urina per l’escrezione. Una riduzione del calcio all’interno del tuo corpo può aumentare la probabilità di sviluppare l’ipertensione indotta dalla gravidanza. Questa è l’alta pressione sanguigna che può portare allo sviluppo della preeclampsia, una condizione pericolosa caratterizzata da gravi gonfiori e proteine ​​nelle urine, che possono progredire in crisi epilettiche e parto prematuri.

Rischi di troppo poco sodio

Durante la gravidanza, molti ormoni sono più alti del normale. Un ormone in particolare influenza il sodio all’interno del tuo corpo, questo è il progesterone. Alti livelli di progesterone aumentano il sodio nelle urine, il che significa che il tuo corpo sta tenendo a meno di questo minerale essenziale. Riducendo l’assunzione di sodio può determinare un equilibrio fluido alterato, che interferisce con la salute della madre e del bambino. Durante la gravidanza, il corpo ha bisogno di più fluido per il corpo che cambia e per il bambino. Senza abbastanza sodio, potrebbe non essere in grado di mantenere l’appropriata quantità di fluido che ti serve. Un’analisi di nutrizione durante la gravidanza nel “American Journal of Clinical Nutrition” nel 2003 ha anche scoperto che le donne in una dieta a basso contenuto di sodio durante la gravidanza mancano di nutrizione complessiva. La ricerca indica che quando le donne in gravidanza sono chiamate a limitare il sodio, limitano anche proteine, calcio e calorie – tre parti essenziali di una dieta gravida. Anche se non dovresti limitare il sale nella vostra dieta, non dovresti anche aumentare l’assunzione di sale da tavola. Una dieta regolare e equilibrata dovrebbe essere sufficiente per fornire il sodio sia a voi che al vostro bambino.