Quanto b-6 puoi prendere per asciugare il latte materno?

Arrestare il rifornimento di latte materno una volta che è stato stabilito può essere un processo scomodo. I tuoi seni diventeranno ancora ingrossati quando la produzione si scioglie, richiedendo di esprimere il latte per ridurre il rischio di sviluppare la mastite. L’assunzione di un supplemento di vitamina B-6, noto anche come piridossina, può contribuire ad alleviare l’ingestione, ma gli studi su se la vitamina B-6 effettivamente riduce la produzione di latte non hanno dato risultati coerenti.

Soppressione dell’infezione

Le donne sopprimono l’allattazione per vari motivi, tra cui la perdita dei neonati o il desiderio di alimentare la formula. Molte madri infermieristiche allontanano i neonati più anziani per un periodo di tempo, che consente alla produzione di latte di diminuire lentamente. Quando lo svezzamento non è coinvolto, è necessario esprimere il latte con una pompa del seno oa mano per evitare complicazioni sanitarie. Se il latte materno non scorre, diventa più spessa e può bloccare i condotti, che fissa lo stadio per la mastite o l’infiammazione del seno. La mastite può portare ad infezioni, che a volte richiede scarico chirurgico. Se la fornitura di latte è bassa, non si può verificare l’ingorgo. Le forniture Fuller, tuttavia, possono richiedere l’espressione del latte per due o tre settimane prima della produzione.

Vitamina B-6

La vitamina B-6 è una vitamina idrosolubile essenziale per la funzione del corpo e la salute. È necessario per il sistema nervoso e la funzione del sistema immunitario, la digestione, la produzione di neurotrasmettitori e la sintesi degli ormoni e dei globuli rossi. Le fonti alimentari di vitamina B-6 comprendono cereali fortificati, patate, banane, garbanzo e pollo. L’indennità giornaliera raccomandata, o RDA, di vitamina B-6 per le donne di età compresa tra 19 e 50 anni è di 1,3 milligrammi.

considerazioni

Sono state segnalate alte dosi di integratori vitaminici B-6 per ridurre la produzione di latte materno, secondo “The Companion della madre infermieristica”. In un articolo sul sito web Pregnancy.org, il consulente internazionale di certificazione per l’allattamento ha suggerito diversi corsi d’azione per alleviare Ingorgo, compreso l’assunzione di 200 milligrammi di vitamina B-6 per un giorno per cinque giorni. Secondo Smith, riduzione dell’assunzione di sodio può anche aiutare, perché l’eccesso di sodio promuove la ritenzione di liquidi. Prendendo docce calde, indossando un reggiseno di sostegno, utilizzando compresse di foglie di cavolo e bere tè salato, che contiene estrogeni riducenti la produzione, può anche aiutare.

Precauzioni

Il consiglio dell’alimentazione e della nutrizione dell’Istituto di Medicina ha fissato il livello di assunzione tollerabile superiore, o UL, di integratori vitaminici B-6 per tutti gli adulti, comprese le donne in gravidanza e allattamento, a 100 milligrammi e l’UL per le femmine incinte o allatta Età di 19 anni a 80 milligrammi. L’assunzione a lungo termine dei supplementi di vitamina B-6 al di sopra della raccomandazione massima di somministrazione aumenta il rischio di effetti negativi, inclusi danni al nervo e perdita di sensazione nei piedi e nelle mani. Consultare il proprio medico e il farmacista prima di assumere più della dose massima raccomandata di vitamina B-6, anche se solo per un breve periodo, in quanto l’assunzione di vitamina B-6 necessaria per sopprimere l’allattamento supera di gran lunga il limite superiore sicuro.