Quanto l-arginina si trova nei dadi?

Dal momento che perdono il loro status non meritato come derivati ​​nutrizionali, i dadi hanno assicurato una reputazione più accurata come un alimento nutrito-densa che promuove la salute cardiovascolare e aiuta a proteggere contro il peso e il diabete di tipo 2. Tra gli altri attributi, la maggior parte delle noci sono ricche di L-arginina, un aminoacido essenziale per la crescita, l’immunità e la secrezione ormonale. Il corpo usa anche L-arginina per la produzione di ossido nitrico, un composto che rende le arterie più flessibili e meno suscettibili ai coaguli di sangue.

Le migliori fonti

Le noci e le mandorle nere contengono più L-arginina rispetto alla maggior parte delle altre noci. Un grammo di noci nere tritate – o circa un serving di un quarto di tazza – fornisce circa 1.130 milligrammi di L-arginina, secondo il Dipartimento dell’Agricoltura Usa. La stessa quantità di mandorle arrostite a olio fornisce quasi 970 milligrammi di nutrienti, mentre le mandorle crude forniscono circa 880 milligrammi per servazione. I dadi tagliati sono un’altra fonte superiore: una quarti di tazza di noci di miscela arrostite a olio con arachidi contiene circa la quantità di L-arginina come una mandorla di mandorle arrostite. Otterrai circa 815 milligrammi dell’amminoacido da un quarto di tazze di pinoli.

Buone Sorgenti

La maggior parte dei tipi di noci fornisce meno di 800 milligrammi di L-arginina per oncia, e noci arrostiti in genere contengono più della varietà grezzo. Un serving di un quarto di dadi di tutto il Brasile contiene poco più di 710 milligrammi, mentre si otterrà circa 680 milligrammi dalla stessa quantità di pistacchi arrostiti a secco. Le noci inglese, le nocciole e gli agnelli arrostiti sono solo leggermente più bassi in L-arginina, fornendo una media di circa 645 milligrammi per servazione. Con 470 milligrammi per servire, i noci macadamia sono circa 50 per cento più bassi in L-arginina rispetto alle mandorle. I pecan contengono ancora meno – un quarto di tazza di olio-arrostito varietà ha circa 325 milligrammi di L-arginina.

Assunzione giornaliera

L-arginina è un aminoacido essenzialmente essenziale, il che significa che alcune persone non possono sintetizzarlo o potrebbero avere bisogno di più per un breve periodo. La maggior parte delle persone sane, tuttavia, fanno abbastanza L-arginina dagli aminoacidi forniti da una dieta varia. Non ci sono linee guida specifiche per la L-arginina perché ottenere proteine ​​sufficienti più o meno garantisce una sufficiente quantità di amminoacidi. Mentre è generalmente raccomandato che le proteine ​​rappresentino il 10-35 per cento delle vostre calorie giornaliere, gli uomini e le donne sono tenuti a cercare rispettivamente circa 56 grammi e 46 grammi di proteine ​​al giorno. La maggior parte degli americani ottiene più di proteine ​​sufficienti, secondo i centri per il controllo e la prevenzione delle malattie.

Alcune considerazioni

Nuts – insieme a carne, pollame, pesce, prodotti lattiero-caseari e cioccolato – sono tra le prime fonti di L-arginina, ma anche legumi e cereali integrali contengono anche quantità moderate. Poiché l’L-arginina è fondamentale per l’immunità e la guarigione delle ferite, aumentare la quantità nella vostra dieta può essere particolarmente utile quando si sta recuperando da malattia o lesioni. Se si riscontrano forti freddi ricorrenti, tuttavia, si potrebbe desiderare di frenare l’assunzione di alimenti ricchi di L-arginina che conducono a e durante un focolaio. Secondo l’Encyclopedia of Healing Foods, L-arginina promuove la replicazione di herpes simplex, il virus che causa ferite a freddo.