Quanto spesso dovresti mangiare carne bovina?

La quantità di bovini americani hanno mangiato dal momento che l’industria del bestiame ha iniziato la sua produzione di massa nel 1870 in costante crescita fino agli anni ’70, quando il consumo medio era di 85 libbre ogni anno. Ha cominciato a diminuire perché gli scienziati hanno fatto la connessione tra colesterolo e grassi saturi in carne e malattie cardiache. Nel 2007, il consumo di carni bovine per ogni americano era diminuito a una media di 66 libbre l’anno, l’equivalente di 1,26 sterline a settimana. La causa n. 1 della morte correlata alla salute negli Stati Uniti è la malattia di cuore e la frequenza del consumo di carne bovina è stato un aspetto controverso del dibattito su come tagliare i tassi di malattie cardiache.

I livelli saturi di grassi e di colesterolo nella salute della dieta influenzano la dieta cardiovascolare. Il manzo è uno degli alimenti nella dieta americana che fornisce più di queste sostanze di qualsiasi altra. Di conseguenza, la limitazione del consumo di carne bovina può aiutare a prevenire le malattie cardiache perché può bloccare le arterie, che aumenta la pressione sanguigna e aumenta le probabilità di attacco di cuore o ictus. La Food and Drug Administration consiglia di consumare non più di 20 grammi di grassi saturi ogni giorno e 300 mg di colesterolo.

Diversi tagli e metodi di preparazione di manzo forniscono diverse quantità di grassi saturi e colesterolo. Un serving di 3 once di carni macinate fornisce 70 mg di colesterolo e 3,6 g di grassi saturi. Un serving di 3 once di bistecca rotonda di manzo fornisce 72 milligrammi di colesterolo e 1.8 grammi di grassi saturi. Un serving di 3 once di fette di pastrami di manzo fornisce 57 milligrammi di colesterolo e 2,3 grammi di grassi saturi. I tagli di manzo che hanno “rotondo” e “loin” nel nome sono i tagli più lievi. La rimozione di grassi in eccesso dalla carne modella anche i livelli di colesterolo e grassi saturi.

La quantità di manzo che si include nella vostra dieta dipende dagli altri alimenti che includi. La maggior parte delle persone ha bisogno di circa 50 grammi di proteine ​​ogni giorno, dice la FDA. L’acquisizione di questo importo da frutta a guscio, semi, carne, pollame, legumi e prodotti lattiero-caseari provoca circa due o tre porzioni ogni giorno. Mantenere i livelli saturi di grassi e di colesterolo entro gli importi raccomandati è abbastanza semplice se la quantità delle fonti di queste sostanze nutrienti è mantenuta entro limiti ragionevoli. Un serving di pollo da 3 once fornisce 0,9 grammi di grassi saturi e 73 milligrammi di colesterolo e una tazza di latte fornisce 3 grammi di grassi saturi e 20 milligrammi di colesterolo.

L’impatto ambientale del consumo di carni bovine è un altro fattore che potrebbe influenzare il numero di porzioni di manzo da inserire nella vostra dieta. La maggior parte delle carni bovine è alimentata da mais e influisce negativamente sull’ambiente perché la produzione di mais utilizza un elevato livello di risorse naturali, tra cui l’acqua e combustibili fossili. La coltivazione del mais degrada anche la qualità del terreno, secondo la rivista “Scientific American”.

La scuola di salute pubblica dell’Università di Harvard consiglia di mangiare ogni settimana più di 1,5 chili di carni rosse, che include carne di manzo, carne di maiale e agnello. Se consumi di più, si sta mettendo a rischio di sviluppare disturbi sanitari, come il cancro e le malattie cardiovascolari.

Grassi saturi, colesterolo e malattie cardiache

Varietà di manzo

Altre fonti di proteine

Impatto ambientale

Frequenza del consumo di carni bovine alimentari